Internet ad alta velocità per l'Alto Adige

L'appalto per la banda larga

La frazione di Naz, in Valle Isarco, è una delle località inserite nel progetto per la banda larga.

 

Il progetto banda larga ha preso il via nel 2008, con un appalto RAS (Radiotelevisione Azienda Speciale) per l'allacciamento di 44 comuni altoatesini all'internet veloce, assegnato al consorzio di imprese Braodband 44+. Con una variante di progetto suppletiva, la RAS  ha incaricato il consorzio BB44+ di estendere l’infrastruttura per la banda larga ad altre 46 frazioni.

La variante di progetto suppletiva varata dalla RAS interessa soprattutto l’area della Valle Isarco: tra le frazioni incluse nel progetto figurano, tra l’altro, porzioni dei territori comunali di Bressanone, Chiusa, Naz-Sciaves e Val di Vizze. Il relativo bacino di utenza si compone di oltre 6.000 famiglie e circa 1.600 imprese.

 

Laddove non sia possibile ottenere la copertura con il segnale radio, viene impiegata la tecnologia satellitare.

Con la realizzazione del progetto, ha dichiarato l’assessore provinciale competente Florian Mussner, nove altoatesini su dieci hanno a disposizione un accesso internet a banda larga.